assodimi/assonolo associazione noleggiatori e distributori
confindustria federvarie

ASSODIMI - ASSONOLO

Associazione Distributori e Noleggiatori
Centri Assistenza e Formazione
di macchine, beni
e attrezzature strumentali

Kranpunkten riceve la sua prima piattaforma a braccio ibrida Genie Z-60/37 FE, parte un ordine "verde" di macchine Genie, Svezia

Kranpunkten riceve la sua prima piattaforma a braccio ibrida Genie Z-60/37 FE, parte un ordine

Piattaforme a braccio ibride e piattaforme a forbice elettriche e bi-energy Genie sono indispensabili per la strategia di noleggio a lungo termine ed ecologica di questa società




 
Förslöv, Svezia, 15 Febbraio 2019 – Contraddistinto come il suo più grande investimento in un unico ordine, la società Svedese di noleggio di piattaforme di lavoro aereo e ponteggi elettrici Kranpunkten AB ha ricevuto in Gennaio la consegna di 170 piattaforme di lavoro aereo semoventi (MEWPs) Genie ® . Questo primo lotto è inserito nel complesso di un investimento totale in 400 macchine, la cui consegna è prevista nell’arco del 2019.
Con altezze di lavoro da 7,79m a 27,91 m, la grande maggioranza delle piattaforme a braccio e a forbice di questa nuova consegna, è composta da modelli “rispettosi dell’ambiente” Genie - tra cui le prime macchine ibride Genie Z®-60/37 FE per Kranpunkten. Svariate piattaforme a braccio telescopiche Genie Xtra Capacity™ (XC™) facevano anche parte del pacchetto.
“In Kranpunkten, noi diamo notevole importanza alla qualità dei prodotti Genie e al supporto offerto dal nostro team locale Genie. Nel corso degli anni, la nostra società è cresciuta con successo insieme al brand Genie”, dice Rikard Jönsson, Responsabile Acquisti di Kranpunkten AB. Continua: “La Svezia ha un lungo storico di successi che hanno consentito di risparmiare energia e ridurre le emissioni.
Oggi, la consapevolezza ambientale è elevata a tutti i livelli, e i clienti sono già consci della necessità di adottare soluzioni ecologiche adattate alla domanda attuale e ai regolamenti più severi. Questa nuova consegna di Genie arriva come parte di una strategia “verde” a lungo termine, centrata sul cliente e che segna un punto di svolta nella futura evoluzione della nostra azienda.
In Svezia, la preoccupazione generale sul cambiamento climatico è davvero sorta a metà degli anni'80. La società si è indirizzata verso soluzioni che salvaguardassero le condizioni climatiche e ciò ha portato all'introduzione dell’imposta sul carbonio per l’industria, il trasporto pubblico e per le automobili nel 1991, seguita dall’aggiunta di oneri di congestione nelle aree urbane nel 2006.
Stimolando le persone nel trovare soluzioni efficienti dal punto di vista energetico e rendendo più costoso l’inquinamento, in pochi anni queste misure hanno contribuito a ridurre le emissioni di carbonio del paese del 9%. Avendo ampiamente superato per due anni consecutivi l’obiettivo fissato all’epoca dal protocollo di Kyoto, questo risultato ha contribuito a inserire la Svezia in cima alla lista dei paesi che hanno fatto di più per salvare il pianeta, secondo il gruppo ambientalista tedesco Germanwatch nel 2006 e 2007. Tre anni dopo, la Commissione Europea ha assegnato a Stoccolma, capitale del paese, il premio “Capitale Europea Verde dell’anno”.
In linea con la sua politica eco-responsabile, la Svezia continua a progredire con nuovi progetti e misure in una ambiziosa guida a lungo termine per una flotta di veicoli indipendenti da carburante fossile entro il 2030 e per un’atmosfera libera dalle emissioni di gas effetto serra (GHG) entro il 2050.
Da adesso a quel momento, le normative sulle emissioni e sulla rumorosità di macchine e veicoli saranno effettive nelle aree urbane entro i prossimi due anni.
Rikard Jönsson, Responsabile Acquisti di Kranpunkten AB dice: A partire dal 2020, alcune parti di Stoccolma saranno accessibili solo alle macchine e veicoli elettrici. Allo stesso tempo, anche i comuni locali più piccoli saranno autorizzati a definire i propri limiti in termini di emissioni e rumorosità. La buona notizia è che con la nostra nuova piattaforma ibrida Genie Z-60/37 FE e con la nuova generazione di piattaforme a forbice a trazione elettrica (e-drive) Genie, i nostri clienti possono già scegliere le soluzioni produttive di cui necessitano per essere competitivi nel nostro mercato “verde” senza compromettere le prestazioni.”
Mr. Jönsson continua: “E visto che sono i primi, siamo particolarmente elettrizzati dalle prospettive che le nostre piattaforme aeree a braccio ibride Genie Z-60/37 FE potranno offrire. In quanto soluzione ideale dall’inizio alla fine, questa macchina è definitivamente indispensabile, e lo è per impieghi in costruzioni sia all’aperto che al chiuso, per lavori di manutenzione negli stabilimenti così come per cantieri in aree urbane. Viste le sue eccellenti capacità sui terreni fuoristrada, ci aspettiamo che questo modello diventi una scelta comune per impieghi nei tunnel, che sono un settore molto attivo dove le basse emissioni e il funzionamento silenzioso sono fattori chiave”.
In risposta alle aumentate sfide ambientali e rigidi regolamenti di cantiere fino a 20m, la piattaforma aerea a braccio Genie Z-60/37 FE (diesel-elettrica) offre due modalità di funzionamento che combinano la potenza e le prestazioni tipiche di macchine a trazione 4X4. Questa piattaforma a braccio consente anche di lavorare in modo silenzioso, pulito, efficiente al 100% grazie alla modalità elettrica. In modalità “completamente elettrica” può fornire il funzionamento per un intero turno di lavoro con una sola carica della batteria. Utilizzata in modalità “ibrida”, offre oltre una settimana di funzionamento con un solo pieno di diesel, con prestazioni estremamente efficienti su terreni difficili.
In modalità ibrida, la macchina utilizza il generatore a motore Stage IIIB/Tier 4F per mantenere lo stato di carica delle batterie. In quanto vera macchina “ibrida”, durante la frenata o la discesa di pendii inclinati, l’energia prodotta durante la frenata stessa viene recuperata per ricaricare le batterie, ottimizzando ulteriormente il consumo energetico.
Questa macchina con le sue due modalità operative offre alle società di noleggio una soluzione “due in uno” versatile, sostenibile e potente, adatta ad applicazioni al chiuso e all’aperto, anche laddove non è disponibile alimentazione elettrica in cantiere. Inoltre offre agli utilizzatori un notevole risparmio di carburante, consumando solo 15 - 30 euro di combustibile alla settimana (modalità ibrida) e funzionando oltre 8 ore con una carica completa delle batterie (modalità elettrica). Mentre risparmia
energia, la piattaforma ibrida Genie Z-60/37FE inoltre fornisce un vantaggio “intelligente”, la tecnologia semplice-da-usare che prolunga significativamente la durata di vita delle batterie riducendo i costi operativi e di manutenzione per un eccellente ritorno sul capitale investito.
Questa nuova consegna include anche l’aggiunta di un gran numero di piattaforme a braccio Genie Xtra Capacity (XC). Grazie alla doppia capacità di 300kg senza limitazioni e di 454 Kg con limitazioni, questi modelli garantiscono il doppio della capacità di sollevamento dei loro predecessori. Ora all’interno della gamma completa di piattaforme telescopiche Genie, questo nuovo standard Genie XC offre la possibilità di eseguire una più ampia gamma di lavori pesanti usando una singola macchina, fino a tre persone in piattaforma, lasciando comunque spazio per attrezzi e materiale di cantiere.
“Abbiamo acquistato le nostre prime piattaforme Genie Xtra Capacity lo scorso anno”, dice Mr. Jönsson. “I clienti hanno visto rapidamente i vantaggi nella loro produttività, particolarmente nelle costruzioni pesanti e nelle applicazioni industriali dove hanno immediatamente avuto delle forti richieste. Con questa nuova consegna, i nostri clienti ora beneficiano di una larga scelta di modelli e di altezze di lavoro a supporto di un’ ampia gamma di necessità di sollevamenti pesanti.
Come parte delle loro capacità, queste piattaforme a braccio Genie XC sono dotate del controllo dell’area di lavoro. Questo è la capacità di retrarre il braccio quando viene raggiunto il limite del proprio campo di azione, permettendo un posizionamento più semplice della piattaforma ed un maggiore comfort per l’operatore. Questa caratteristica è anche dotata di una cella di controllo carico che costantemente monitora il peso in piattaforma e i limiti dell’area di lavoro per rispettare il diagramma di carico, oltre che offrire la possibilità di calibrazione a zero sul campo.

Notizia del socio:

Contattaci

Campi Richiesti *