Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

DPCM 10 aprile 2020. Approvato il decreto che  intensifica le misure di contenimento previste per il contrasto all’emergenza epidemiologica. Qualche consiglio per i noleggiatori.

DPCM 10 aprile 2020.

Approvato il decreto che intensifica le misure di contenimento previste per il contrasto all’emergenza epidemiologica. Qualche consiglio per i noleggiatori.

DPCM 10/04

Il nuovo decreto non cambia molti aspetti rispetto a quello del 22/03 a parte l'introduzione di alcuni codici ateco. Viene inserito al punto 12 dell'articolo 2

12. Per le attivita' produttive sospese e' ammesso, previa comunicazione al Prefetto, l'accesso ai locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per lo svolgimento di attivita' di vigilanza, attivita' conservative e di manutenzione, gestione dei pagamenti nonche' attivita' di pulizia e sanificazione. E' consentita, previa comunicazione al Prefetto, la spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino nonche' la ricezione in magazzino di beni e forniture.

Per visionare l'intero DPCM cliccare qui

Per un esempio di comunicazione da inviare al prefetto cliccare qui 

 

DPCM 22/03

Le nuove misure sono efficaci a partire da oggi (salvo quanto precisato nel seguito) e fino al prossimo 3 aprile. Il principio di fondo è la sospensione di tutte le attività industriali e commerciali, accompagnato però da una serie di eccezioni e precisazioni. Per quanto concerne le attività commerciali rimangono ferme le misure previste dai precedenti provvedimenti.

Sono state introdotte varie eccezioni individuati dall'allegato al DPCM e basate su un elenco di codici ATECO. Tale elenco dei codici potrà essere integrato con decreto del MISE, sentito il MEF.

Al contempo, è prevista la prosecuzione di tutte quelle attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere indicate in Allegato, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali, di cui pure è prevista la prosecuzione. La continuità produttiva è assicurata attraverso una procedura semplificata, basata su una comunicazione al Prefetto competente per territorio. Nella comunicazione andranno indicate le imprese o le amministrazioni destinatarie delle attività svolte.

Come operare in pratica se la vostra attvitià non è nell'elenco dei codici Ateco ma svolge attività funzionali alla continuità di tali aziende:

  1. Inviare comunicazione al prefetto che la vostra sede/filiale rimane operative
    • esempio lettera con committente da mettere su propria carta intestata
    • inviare una PEC specificando che la vostra azienda rimarrà aperta per il seguente motivo: "punto D art. 1 del DPCM 22/03/2020"
    • elenco PEC reperibile qui
    • NB: ogni prefetto vorrebbe la propria lettera, in calce tutti gli esempi per ogni prefettura
  2. Il cliente che dovete servire dovrà essere fra le aziende operative in base al decreto
    • non spetta a voi un controllo specifico del punto 2, ma se la richiesta arriva da un azienda palesemente non inserita nel decreto non dovreste servirla
  3. Se il cliente viene a prendere un bene presso la vostra azienda non dovete fare altro
  4. Se dovete recarvi voi dal cliente
    • Predisporre il modulo di autocertificazione da portare durante lo spostamento
    • Consigliamo di portare dietro anche copia della PEC inviata al prefetto e la richiesta del cliente (in caso di controlli da parte delle autorità competenti serviranno per far vedere il motivo reale dello spostamento e che è stato il cliente a richiederlo)

È comunque fortemente consigliabile di attivare forme di lavoro agile a distanza dove sia possibile. Se avete bisogno anche di informazioni tecniche contattare la segreteria soci.

 

Fac Simili lettere suddivisi per prefettura

Di seguito la lista delle istruzioni e dei moduli valevoli per ciascuna Prefettura:

Per i nuovi codici ateco aggiornati con decreto del 25/03 dal MISE cliccare qui

NOTIZIE DEL DOSSIER Situazione Covid-19

Confindustria:Nuovo fac simile di modello per l'aggiornamento del Protocollo aziendale

Nota di Confindustria sul DPCM del 03/11/2020

DPCM 3 novembre 2020

Aggiornato il modulo Autocertificazione per spostamenti. Agg al 26/04

aggiornamento del Protocollo del 14 marzo sottoscritto da Confindustria e le parti sociali alla presenza della Ministra del Lavoro

Linee Guida nei parchi noleggio per la regolamentazione delle misure relative al contrasto e alla diffusione del Covid-19

Confindustria: Fondo di garanzia per le PMI

Ulteriori precisazioni (e riassunto) per l’operatività nelle aziende

Elenco banche aderenti convenzione ABI su cassa integrazione

Sospensione finanziamenti ex art. 56 DL 18/2020 - Chiarimenti del MEF

Circolare INPS n. 47-2020 - prima nota illustrativa per uso CIG

Filiera delle costruzioni: 4 proposte al Governo

FAQ sul DPCM del 22 marzo

Sospensione contrattuale ed altre problematice a seguito della situazione Covid-19

FAQ Assodimi su Situazione Covid-19

DPCM 10 aprile 2020.

Note sul DL CuraItalia

decreto CuraItalia sintesi contenuti

Chiudere o tenere aperto oppure…..

Fac-simile protocollo aziendale e informativa trattamento dati personali

Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto Covid19 nelle aziende

Confindustria-Emergenza COVID-19 - Nuove misure Cdp per le imprese

COVID-19: vademecum di tutela del lavoratore dal rischio biologico virale

Confindustria - Emergenza COVID-19 - Il Fondo di Garanzia per le PMI conferma in automatico la copertura in caso di moratoria

Coronavirus: la digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese

Decreto 11/03/2020 // Covid-19

Noleggio durante il Covid-19, come vi comportate per la richiesta di sospensione del contratto?

Ance su Covid-19

Clausola contrattuale FORZA MAGGIORE

Dati di mercato, andamento del noleggio durante il Covid-19

CONTATTACI