Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Enorme progetto di espansione presso la miniera di rame di Kaz Minerals, in Kasakistan Una schiera di piattaforme a braccio telescopico Genie® lavora al montaggio di strutture in acciaio in condizioni estreme

Enorme progetto di espansione presso la miniera di rame di Kaz Minerals, in Kasakistan

  • 26/08/2019
Una schiera di piattaforme a braccio telescopico Genie® lavora al montaggio di strutture in acciaio in condizioni estreme

Aktogay, KAZAKISTAN (21 agosto 2019) - All’inizio dell’anno, Kaz Minerals si è rivolta a Genie per individuare i macchinari più adatti ai lavori di costruzione di strutture in acciaio effettuati in combinazione con le gru Terex ® , per un progetto di espansione di 1,2 miliardi di dollari USA (1,08 miliardi di euro) presso la miniera di rame di Aktogay. Per il progetto, i fornitori di macchine Terex, Korund Group of Companies, con sede a Oskemen, nel Kazakistan, hanno fornito 18 macchine Genie ® . Tra i modelli consegnati vi sono 12 piattaforme a braccio telescopico Genie Xtra Capacity™
(XC™): sei Genie SX™-105 XC da 34 m e sei unità Genie SX-125 XC da 40,10 m. Le sfide di questo progetto? Tre anni di intenso lavoro in ambienti remoti e in condizioni estreme.
Ubicato nella parte orientale del Kazakistan, vicino al confine con la Cina occidentale, lo stabilimento minerario di Kaz Minerals di Aktogay è costituito da una miniera a cielo aperto di estrazione di minerali su larga scala e una capacità annua massima di lavorazione degli stessi di 25 milioni di tonnellate. Si
prevede che entro il 2021, quando l'espansione del sito sarà massima, la capacità toccherà i 50 milioni di tonnellate, raddoppiando quella attuale della miniera, che potrà essere sfruttata per 28 anni.
Nel frattempo, sono in corso lavori su larga scala, che vanno dall'installazione di un nuovo concentratore, utilizzato per l’estrazione del solfuro di rame dal minerale grezzo, a nuovi trasportatori e ad altre apparecchiature per la lavorazione. Lo sviluppo del sito include inoltre un collegamento alla
rete ferroviaria nazionale, l';accesso a strade che conducono al confine cinese ed edifici per uffici e alloggi per le 1500 persone impiegate sul posto.
Sergey Bereza, proprietario di Korund, afferma:"Con circa 20 modelli di grandi dimensioni della stessa marca che operano a un progetto come quello di Aktogay, le sfide da affrontare sono tali che è facile misurare le prestazioni delle macchine. Siamo lieti di poter affermare che negli otto mesi in cui sono state operative, le nostre piattaforme Genie XC si sono dimostrate estremamente robuste e affidabili, lavorando praticamente senza sosta. In un progetto che prevede lavori in quota con attrezzi e materiali pesanti, possiamo sicuramente affermare che una maggiore capacità di sollevamento
rappresenta un grande vantaggio in termini di produttività".
Concepite per operare in modo produttivo in applicazioni di sollevamento e accesso con carichi pesanti, queste piattaforme Genie XC combinano la flessibilità di un robusto jib articolato da 1,52 m con una doppia capacità di sollevamento di 300 kg senza limitazioni e 454 kg con limitazioni: un terzo in più rispetto allo standard del settore, per consentire di svolgere più lavori con una singola macchina.

I modelli Genie SX-105 XC e SX-125 XC presentano inoltre l'esclusivo design Genie Mini XChassis™, che offre ingombri ridotti (3,94 m x 4,11 m) e tutti i vantaggi di un sistema di assali estensibili/retraibili, per garantire un profilo stretto, facilitando così il trasporto e rendendo la manutenzione più agevole.
Per aumentare le prestazioni, ridurre i tempi di installazione e migliorare la produttività complessiva, tutti i modelli Genie XC vantano funzionalità di calibrazione in cantiere a carico zero, grazie a una cella di carico che controlla continuamente il peso nella piattaforma per assicurare che resti entro il limite di carico previsto. Tra le principali applicazioni vi sono sollevamenti pesanti, edilizia, ispezione di ponti, manutenzione di stadi e arene sportive, industria del petrolio e del gas, telecomunicazioni e servizi pubblici.
"Tre anni possono sembrare molti, ma per un progetto di così vasta portata in una parte remota del mondo, il tempo può rappresentare una vera sfida", aggiunge Sergey Bereza.;Accedere al cantiere può risultare complesso ma la vera difficoltà è rappresentata dal clima, con temperature che vanno dai
-20 °C in inverno fino ai 30 °C in estate. Ciò può rallentare il trasporto al cantiere di apparecchiature, macchinari e componenti necessari".
Bereza aggiunge: "Al tempo stesso, anche i lavori pesanti svolti su terreni accidentati in un clima estremamente freddo o caldo possono produrre effetti negativi sui macchinari. La dotazione opzionale kit per climi freddi montata sulle nostre macchine, che include elementi che pre-riscaldano i componenti più critici, è stata davvero fondamentale per permetterci di lavorare, indipendentemente da quanto si abbassasse la temperatura!
In termini di produttività, è indispensabile poter contare su un’assistenza qualificata, per garantire la corretta manutenzione dei macchinari. E quando abbiamo avuto necessità di assistenza tecnica specializzata, Gökhan Gültekin, Technical Manager di Genie, Terex AWP per la Turchia e l’area del Mar Caspio, ha risposto in modo esemplare alle nostre richieste, intervenendo tempestivamente nonostante le cinque ore di volo e le 11 di treno necessarie per arrivare qui!"

CONTATTACI