Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Il noleggio a caldo e il ruolo fondamentale dell'operatore Focus sulla normativa vigente in caso di noleggio a caldo

Il noleggio a caldo e il ruolo fondamentale dell'operatore

Focus sulla normativa vigente in caso di noleggio a caldo

Quando parliamo di noleggio macchinari possiamo distinguere tra il noleggio “a caldo”, dove è previsto l’ausilio dell’attività di un operatore del noleggiatore, dal noleggio “a freddo”, e cioè quando il macchinario è consegnato al cliente senza operatore. Tecnicamente la qualificazione giuridica del contratto non cambia, siamo sempre nell’ambito di applicazione del contratto di locazione e quindi soggetti agli articoli 1571 e seguenti del Codice Civile. L’elemento qualificante è che l’attività dell’operatore di noleggio a caldo possa essere considerata accessoria rispetto al godimento del bene da parte del cliente. Le ragioni che spingono a noleggiare a caldo possono essere le più varie, dalla mancanza di disponibilità di personale qualificato all’interno dell’azienda cliente, alla particolare complessità di utilizzo del macchinario preso a noleggio.

Sotto il profilo poi delle responsabilità per danni è importante verificare chi sia il soggetto sotto le cui direttive lavora l’operatore: se opera sotto le direttive impartite dall’azienda cliente sarà quest’ultima a rispondere di eventuali danni a terzi, al macchinario o al lavoratore. Se invece l’operatore svolgerà la propria attività sotto le direttive del proprio datore di lavoro o in autonomia sarà il noleggiatore ad assumere su di sé il rischio di un eventuale risarcimento.
Dovranno essere valutati caso per caso quali siano gli elementi a carico del noleggiatore o gli elementi specificamente a carico del cliente all’interno del singolo cantiere. Sarà altresì opportuno per il noleggiatore inserire all’interno delle Condizioni Generali di Noleggio una clausola limitativa della responsabilità per il caso in cui l’operatore non agisca sotto le sue direttive, clausola che dovrà peraltro essere soggetta a doppia approvazione ai sensi dell’art. 1341 comma 2 del Codice Civile.

Il ruolo dell’operatore risulta essere rilevante anche dal punto di vista della salute e sicurezza sul lavoro. Infatti l’operatore del noleggio a caldo si trova ad agire sempre in qualità di preposto in relazione all’utilizzo dei macchinari di cui è incaricato. Questo perché di fatto è il soggetto più esperto, adeguatamente informato, formato e addestrato in conformità alle prescrizioni normative, all’utilizzo degli stessi. Sarà quindi lui che dovrà direttamente coordinare e controllare l’attività svolta anche dagli altri lavoratori in relazione all’utilizzo delle attrezzature di lavoro impiegate e nell’ambiente lavorativo circostante, per evitare che si possano verificare infortuni. Nel caso in cui ravveda comportamenti non sicuri da parte di altri lavoratori avrà un vero e proprio obbligo di attivarsi affinché i comportamenti siano immediatamente terminati, anche attraverso una sospensione della lavorazione. Pensiamo al caso, non infrequente, dell’operatore che manovra dalla cabina della PLE e che veda i lavoratori in cesta staccarsi dal punto di aggancio e sbarcare in quota, contrariamente a quanto concordato.

NOTIZIE DEL DOSSIER Aspetti legali del noleggio

La dichiarazione del datore di lavoro cliente sulla formazione

Le procedure di consegna e rientro nel contratto di noleggio

La richiesta della patente per il noleggio di un bene targato

La qualificazione giuridica del sub-noleggio

Il noleggio a caldo e il ruolo fondamentale dell'operatore

Green Pass in azienda e trattamento dati personali

Azienda e Green Pass: quali obblighi e quali rischi

CONTATTACI