Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

CRISI D'AZIENDA Analizziamo i segnali e valutiamo la situazione reale della nostra azienda

CRISI D'AZIENDA

Analizziamo i segnali e valutiamo la situazione reale della nostra azienda


Crisi dell’azienda
Quando si parla di crisi si intende un cambiamento, di solito negativo, che genera un movimento complesso che determina l’urgenza di una immediata capacità decisionale, unita alla necessità di scegliere le modalità più appropriate per affrontare l’imprevisto. Le scelte devono essere immediate perché la crisi espone al rischio elevato di fraintendimenti e mette in discussione la linearità delle posizioni.
Cos'è una crisi aziendale?
Essa è un evento imprevisto, minaccioso e destabilizzante, che richiede valori quali rapidità di risposta, immediatezza operativa, velocità di transazioni, competenza nella risoluzione e razionalizzazione delle risorse tecniche ed umane. Il tempo è vitale e le informazioni ne scandiscono lo scorrere, poiché la loro trasmissione e gestione rappresenta un patrimonio preziosissimo e per certi aspetti vitale. Ecco perché come l’organizzazione sceglie di gestire la crisi, soprattutto nelle sue fasi iniziali, ne indirizzerà gli esiti in senso positivo o negativo.
Principali fattori di rischio
Tra i fattori che espongono al rischio di crisi vi sono le crisi di mercato ed economico-finanziarie; per questo motivo nell’attuale situazione l’azienda deve saper valutare l’impatto dei fattori di rischio sulla sua situazione. Quando l’azienda si trova ad affrontare situazioni di crisi finanziaria, insolvenza dei clienti, mancanza di credito e di fiducia da parte degli istituti di credito, e se si aggiunge la riduzione delle vendite ed altri problemi connessi il quadro diventa pesante e rischia l’irreversibilità, se non si prendono in fretta decisioni importanti. Se l’imprenditore non si rende conto del fatto che la sua azienda si trova in una situazione di crisi, perché abituato a costruire e a far crescere l'azienda e a delegare grane e disfunzioni, allora per lui questo è un momento difficile perché non prenderà le decisioni necessarie ed immediate.

Che cosa fare

Talvolta, i fattori sopra indicati, se non individuati per tempo, possono minacciare la stessa sopravvivenza dell’impresa. E’ in momenti come questi che si vede la capacità dell’imprenditore e del suo management. Valutare lo stato della propria azienda, utilizzando più fonti esterne per un quadro obiettivo di risposte, prendere le misure opportune dove si notano smagliature e se si dovesse riscontrare lo stato di crisi agire immediatamente.


Marcello De Michelis


Sull’argomento è possibile richiedere un Dossier 2008 che comprende valutazioni, diversificate soluzioni ed idee a mio avviso valide e utili per l'imprenditore in questo momento. Naturalmente non mancheranno i suggerimenti degli esperti di C.V.A. Consulting guidati dal dott. Claudio Perfetti   clicca per ordinare.

 

CONTATTACI