Associazione Distributori e Noleggiatori di Beni Strumentali

Finanziaria 2007

Finanziaria 2007

Nella seduta del 21 dicembre 2006 la Camera dei deputati con 337 voti a favore e 262 contrari ha votato la fiducia posta dal Governo sull`approvazione in via definitiva, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell`articolo unico del disegno di legge, già approvato dalla Camera e modificato dal Senato, recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2007) (A.C. 1746-bis/B) (clicca qui per prelevare il file in formato PDF) 

Martedì 12 dicembre 2006 

Corriere della Sera: -  La fiducia sulla Finanziaria si voterà in Senato «entro sabato»: è questa l'intesa raggiunta dalla conferenza dei capigruppo a Palazzo Madama, secondo quanto riferisce il capogruppo dell'Ulivo Anna Finocchiaro.
In precedenza il Ministro dei Rapporti col Parlamento Vannino Chiti aveva preannunciato che avrebbe proposto al Consiglio dei Ministri l'autorizzazione al voto di fiducia sulla Finanziaria al Senato.
Il maxi-emendamento alla Finanziaria tuttavia, che dovrà modificare il testo della Camera, non è stato ancora depositato dal governo al Senato. «Lo attendiamo tra mercoledì e giovedì », ha riferito la Finocchiaro aggiungendo che la Conferenza dei capigruppo ha deciso di partire dal disegno di legge di bilancio per consentire sulla Finanziaria «una discussione vera». Attualmente, infatti, all'esame dell'Aula del Senato è il testo della manovra uscito dalla Camera, senza modifiche perchè la Commissione Bilancio non ha chiuso i suoi lavori. 


 Lunedì 27 Novembre 2006

(Adnkronos) - ''Sono stato contento che non sia stata posta la fiducia al Senato sul decreto fiscale'' e, quanto alla manovra, la discussione parlamentare a Palazzo Madama proseguira' al punto che ''non credo che la finanziaria uscira' come e' entrata. Spero che su alcune questioni siano possibili delle intese''. Lo ha detto il presidente del Senato Franco Marini intervistato per 'Otto e mezzo' su La7 da Giuliano Ferrara, che ha anche sollecitato la seconda carica dello Stato a pronunciarsi sulla questione della complessita' e della lunghezza dei tempi della procedura di bilancio italiana rispetto a quelle europee ed in particolare inglese.

Giovedì  23 novembre 2006 

(Adnkronos/Ign) - Via libera del Senato al decreto fiscale collegato alla Finanziaria,   che è stato così convertito in legge. L'aula di palazzo Madama ha infatti dato il suo ok senza introdurre modifiche rispetto al provvedimento licenziato dalla Camera, evitando quindi la terza lettura. I voti favorevoli sono stati 162, i contrari 155, nessun astenuto. Il senatore Sergio De Gregorio, ex esponente dell'Italia dei valori e presidente della commissione Difesa al Senato, ha votato con l'opposizione mentre Luigi Pallaro, eletto dagli italiani all'estero, ha votato con la maggioranza. Assenti Giulio Andreotti e Sergio Pininfarina.

Mercoledì 22 Novembre 2006

Roma, 22 nov. (Adnkronos) - Sul decreto legge collegato alla Finanziaria per ora il Governo non intende chiedere la fiducia al Senato. Lo ha affermato il presidente dei senatori dell'Ulivo, Anna Finocchiaro, al termine di una riunione tra maggioranza ed esecutivo a Palazzo Madama. ''Per ora non ci sara' il ricorso alla fiducia -dice- e si procedera' alla votazione degli emendamenti al decreto. Poi vedremo cosa succede''.

Martedì 21 Novembre 2006

ROMA (Reuters) - Il ddl Finanziaria 2007 sarà esaminato dall'aula del Senato a partire dal 12 dicembre mentre il voto finale è previsto entro il 21 dicembre.

Lo ha deciso stamani la conferenza dei capigruppo riunitasi a Palazzo Madama dove il testo è approdato stamani per l'esame da parte delle commissioni competenti, dopo il via libera della Camera di domenica, con il voto di fiducia.

"La Finanziaria arriverà in aula il 12 dicembre e sarà esaminata entro il 21", ha riferito al termine della riunione il capogruppo di Forza Italia, Renato Schifani.

Il senatore ha aggiunto che questa settimana l'aula sarà impegnata a discutere sul decreto fiscale collegato alla Finanziaria che dovrebbe essere licenziato entro giovedì . "I tempi sono contingentati, noi non faremo ostruzionismo, abbiamo presentato meno di 100 emendamenti", ha detto Schifani.

La capogruppo di Verdi-Pdci, Manuela Palermi, auspica che il governo, a differenza di quanto accaduto alla Camera, non debba ricorrere al voto di fiducia né sul decreto - che però è blindato rispetto al testo di Montecitorio - né sul ddl. "La riunione di oggi è andata bene, siamo disponibili a tenere un dibattito il più largo possibile. Allo stato, per lo meno dalla riunione di stamattina, non mi pare che ci sia il rischio di fiducia, ma ci sono ancora due settimane...", ha detto.

Palermi ha comunque ricordato le correzioni alla Finanziaria che saranno sollecitate dal suo gruppo, che vanno dalla estensione delle assunzioni per i precari ("alla Camera si è garantita l'assunzione per oltre 500.000, ma bisogna andare avanti"), agli investimenti per scuola e ricerca, al ticket per il pronto soccorso. "Ci batteremo per eliminarlo o almeno per abbassarlo", ha detto. 



ANSA - Dom 19 Nov 

ROMA - L'Aula della Camera ha approvato la legge Finanziaria per il 2007 . Il testo ora passa al Senato. La Manovra e' stata approvata con 311 voti a favore e 251 contrari. Un deputato si e' astenuto. 

Le speranze di un  avvicinamento tra la politica e la realtà del Paese sempre più disattese.
 
(ANSA) - ROMA, 17 NOV - E' composto di 830 commi il maxi-emendamento alla Finanziaria del governo, che si appresta a porre la fiducia sul provvedimento alle 18. La seduta e' stata temporaneamente sospesa, per consentire l' esame del nuovo articolato, talmente corposo da avere causato un sovraccarico del sistema informatico del Tesoro .
Il documento e' ora all' esame del comitato dei Nove, al quale non partecipano An e Lega Nord. 


Marcello De Michelis

CONTATTACI